Brutta avventura, per fortuna finita bene, per un minuscolo gattino nero come il carbone.
La sua presenza, in una stradina pericolosamente vicina alla sponda del Lambro dietro il Teatro Binario 7 in centro Monza, era stata segnalata all’ENPA di Monza e Brianza da due ragazzine, Alessandra e Arianna, preoccupate per un incessante miagolio che proveniva da un enorme cespuglio di rovi. Sul posto, domenica 29 maggio, si sono recati l’operatrice ENPA Lara e il volontario Massimiliano. Ma del gattino, ahimè, non c’era traccia.
Dopo un’ora di infruttuose ricerche tra una vegetazione selvaggia i due hanno avuto un’idea brillante: riprodurre con lo smartphone al massimo volume un video su YouTube con dei gattini miagolanti.
Incuriosito dai suoni familiari, finalmente il piccolo ha fatto laPotrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e gatto sua apparizione da sotto un cespuglio, andando incontro a Lara e Massimiliano, che si sono messi in cerca di una mamma o di altri gattini, ma senza risultato. Molto probabilmente mamma gatta deve aver partorito lì ed essersi poi trasferita, lasciando in dietro uno dei cuccioli.
Il micino è stato così ricoverato in un trasportino, portato al parco canile di via San Damiano 21 e sottoposto a visita veterinaria. Evidentemente era rimasto senza cibo da un paio di giorni, a giudicare dall’appetito dimostrato una volta arrivato al rifugio.
Per fortuna gode di buona salute e attualmente si trova in stallo presso una volontaria esperta dell’Asilo dei Cuccioli dell’ENPA monzese, essendo ancora troppo piccolo per poter essere adottato. Il gattino, un bel maschietto, ha, infatti, poco meno di un mese. Da Alessandra e Arianna, che ringraziamo per la sensibilità dimostrata e la tempestiva segnalazione, è stato battezzato Liu.

AIUTACI A PROTEGGERLI, DONA IL TUO 5X1000 A ENPA | Enpa Monza e Brianza

Categorie: Curiosità