Una storia curiosa e un po’ triste quella di Jiuliet, un raro esemplare di Ara blu e giallo, non si sa se maschio o femmina, che  ogni giorno vola verso lo zoo di Rio de Janeiro per fermarsi accanto alla voliera dei pappagalli per avere un po’ di compagnia e magari l’anima gemella. I visitatori dello zoo sono inteneriti dalla storia di Jiuliet, forse l’ultimo degli Ara piumati blu e gialli ancora sopravvissuto nelle terre selvagge delle colline boscose di Rio, ed è diventato un simbolo di libertà per questi 13 mesi di restrizioni per la pandemia. Ogni mattina negli ultimi due decenni Jiuliet si presenta nel recinto dove sono tenuti gli Ara: aLast wild macaw in Rio is lonely and looking for love volte si rannicchia godendosi la presenza degli altri suoi simili, a volte si impegna nel corteggiamento.
A Jiuliet per illudersi di non essere solo basta restare accanto ad una gabbia. Gli zoo, come i circhi o gli acquari non sono altri che posti infernali, dove gli animali non si sentono a loro agio e dove non avrebbero mai scelto di vivere ma la solitudine. Questa sua scelta è una richiesta d’aiuto a noi esseri umani per far sì che le cose cambino. Basterebbe un solo gesto: chiudere lo zoo, ritrovare la cultura del rispetto per la natura  e lasciar volare gli altri pappagalli con Jiuliet in una ritrovata libertà.

Categorie: News dal Mondo