Saranno stati in tanti i cani al “Ponte dell’Arcobaleno” ad aspettare trepidanti l’arrivo del loro amico Franco, Franco Zeffirelli, il grande artista fiorentino, genio del teatro e del cinema e sincero amico degli animali tutti ma con un legale particolare con i cani.
Zeffirelli aveva una particolare empatia verso i cani, inizialmente si appassionò ai jack russel, durante le riprese di Amore senza fine, nel 1981 a New York. In precedenza, invece, aveva convissuto con coppie di pechinesi, che gli venivano regalati da Elizabeth Taylor.
Negli ultimi anni, nella sua casa di Roma, sull’Appia Antica, vivevano sei cani. In ogni stanza erano presenti divani e poltrone adatti a loro, una vera e propria famiglia per Franco Zeffirelli che viveva insieme a Biondella, cane di razza mista, ai tre figli Molly, Lalla e Musetta, a Dolly e Blanche, i due jack russel con cui dormiva.
I cani erano tutti trovatelli. Gli ultimi arrivati erano stati adottati da Zeffirelli mentre era in Romania sul set di Callas forever. Allora vide arrivare una cagna affamata e subito se ne prese cura. Era Musetta, che fu accolta dal regista insieme ai suoi figli.
Ma Zeffirelli aveva a cuore anche la sorte dei tanti randagi. E’ stato accanto a Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente che così lo ricorda: “Gli sono personalmente grata per l’adesione al movimento ‘La Coscienza degli animali’ di cui sono stata promotrice con un altro illustre italiano che ci ha lasciato: il professor Umberto Veronesi”. In occasione della Prima giornata nazionale del Movimento, Zeffirelli tenne un discorso memorabile. “Ho amato e amo così tanto i cani – disse tra l’altro – che il mio sogno è quello di spegnermi con uno di loro al mio fianco. Li ho amati perché sanno dare quello che gli uomini, ormai, non sanno dare più: la fedeltà, l’amore completo e totale, il rispetto. Un cane ama chi ti ama, non esita a difenderti da chi vuole farti del male. E non è poco”.
Zeffirelli, uomo di straordinaria sensibilità, non stupisce fosse anche un animalista convinto: ha sostenuto con passione le campagne contro l’abbandono degli animali, i maltrattamenti e la vivisezione. Buon viaggio Maestro, non sarà solo!

Categorie: Animali e Cultura