Era il 2018 quando un’intervista rilasciata da Alain Delon a Paris Match dichiarò di voler far sopprimere il suo pastore belga Malinois da cui non si separa mai, se avesse dovuto morire prima lui. Una decisione che non mancò di suscitare le critiche di molti. L’attore francese è comunque noto per il suo amore verso gli animali e in particolare per  i cani.
Delon, ormai ultra ottantenne, vive da solo con Loubo e un gatto a Douchy, in una villa nella foresta della Valle della Loira. Una depressione latente che lo ha portato anche a meditare il suicidio, la compagnia dei due animali è importante per Delon che in vita sua ha avuto ben 50 cani. L’attore ha chiesto e ottenuto l’autorizzazione per farsi seppellire nella cappella della sua tenuta, in cui già riposano 35 suoi cani.
Oggi l’attore francese vive in Svizzera e ha 5 rifugi per cani e gatti randagi.
Nonostante le sue dichiarazioni l’amore di Delon è disposto a tutto per proteggere gli animali vittime dell’uomo.
Un giorno di anni fa, venendo a sapere che alcuni sadici nei Pirenei avevano cosparso di benzina e dato fuoco a un cane, mandò subito il suo veterinario di fiducia lì e fece anche processare i colpevoli.
Per la prima volta, un giudice ordinò nella pratica giudiziaria che la vittima, un cane chiamato Mambo, fosse presente in aula e così i carnefici furono condannati ad una pena più severa.
Alain Delon sta anche cercando di far sì che i cani abbiano i propri avvocati in cause così.
Il suo primo animale domestico fu una femmina di dobermann e si chiamava Gala.
“Una volta le ho urlato contro e le ho anche colpito la coda. Lei si è seduta e mi ha guardato. Ho visto che stava piangendo. Da allora ho capito tutto, e ora i miei cani sorridono sempre“.
Per salvare una gatta, alla quale qualcuno aveva strappato una zampetta, legandola ad un’automobile, ha mandato l’elicottero. La gatta a tre zampe è quella che ora vive nella sua villa insieme al cane Loubo.

 

Categorie: Curiosità