I felini e le grandi scimmie antropomorfe si sono dimostrati sensibili al contaggio da Covid così lo zoo di Buin, cittadina cilena alle porte di Santiago ha deciso di vaccinare contro il coronavirus dieci animali, tra cui nove felini, compiendo quello che è il primo esperimento di questo genere in tutta l’America Latina. Ad essere sottoposti allo speciale vaccino, sono stati, oltre auna tigre del Bengala di tre anni di nome Charly, tre leoni, due tigri e tre pumaun e anche Sandai unorangutango di 26 anni.Cina, due tigri uccise dopo aggressione a guardiano
I felini e l’orangutango sono stati scelti per questa campagna vaccinale sperimentale poiche’ appartengono a specie considerate ad alto rischio di contrarre il Covid: tutti hanno ricevuto ieri la seconda dose di un vaccino sviluppato appositamente per gli animali e non ancora in commercio. La prima dose era stata somministrata loro il 13 dicembre scorso.
Finora hanno contratto il virus decine di animali in zoo sparsi per il mondo: dai leoni a Singapore, agli ippopotami in Belgio, ai gorilla negli Stati Uniti. E proprio numerosi zoo negli Usa hanno annunciato campagne di vaccinazione per i propri ospiti. (Fonte Ansa)

Categorie: News dal Mondo