Save The Duck, brand specializzato nell’outwear 100% animal-free, lancia oggi “We Respect Bees”, nuova iniziativa parte di una campagna educational ambientalista più ampia intitolata “Think Higher”, che accompagnerà la stagione FW21/22.L’azienda italiana ha deciso di rinnovare l’impegno nei confronti dell’ambiente scegliendo come protagoniste della campagna le api, tutrici della varietà biologica del nostro Pianeta. Grazie a “We Respect Bees” Save The Duck intende riscoprire l’armonia tra uomo, natura e animali, così da condizionare anche il modello di business delle aziende della moda.
L’attenzione e l’amore di Save The Duck per gli animali si sono concretizzati negli anni con la tutela di oltre 20 milioni di paperi, un traguardo importantissimo e riconosciuto anche da Peta – People for the Ethical Treatment of Animals. “Come B Corp e Società Benefit, crediamo da sempre nell’importanza di rispettare e proteggere l’ecosistema, ponendoci l’obiettivo diThink higher smuovere le coscienze di consumatori e delle aziende sulle tematiche ambientaliste. Tutelare le api è un’azione imprescindibile per fare la differenza”. afferma Nicolas Bargi, CEO di Save The Duck.
Protagonista della campagna, ideata e scattata dal direttore creativo Marco Rubiola, l’apicoltrice Cecilia Pace dell’Apicoltura Colle Salera con sede in Abruzzo. L’azienda ha unito le forze con 3Bee, istituzione impegnata nello sviluppo di sistemi per migliorare la salute delle api e tenere sempre monitorati i parametri vitali di questi formidabili esseri viventi. Cecilia, rappresenta l’eredità di una pratica tradizionale come l’apicoltura e ha scelto la transizione tecnologica per continuare a prendersi cura delle api e della biodiversità in modo innovativo.La collaborazione con 3Bee e altri alveari continua con un’operazione di sensibilizzazione e tutela delle api attraverso una campagna social che comprenderà scatti personalizzati che possano raccontare le particolarità di ogni alveare e dei capi Save the Duck nei luoghi più belli e rappresentativi. (thepillmagazine)

Categorie: Animali e Cultura