Contrariamente  quanto episodi simili di cani entrati in chiesa, anche durante le funzioni, e lasciati indisturbati dall’officiante, un recente video girato in una chiesa di Cajapampa, inFortunato come un cane in chiesa”, e stavolta senza ombra di ironia Perù,  da una fedele, mostra un sacerdote mentre prende a calci un cane entrato durante la messa. Il prete , si sarebbe infuriato quando avrebbe visto l’animale alzarsi e poggiare le zampe anteriori sull’altare durante la funzione e interromperlo davanti ai fedeli. La reazione è stata quella di allontanarlo con qualche calcio.
La scena è stata filmata da una giovane che assisteva alla funzione, scena che ha poi condiviso sul suo profilo TikTok e le ha fatte conoscere. Il filmato è stato bloccato perché ritenuto “una violazione”, ma il video è rimasto online abbastanza a lungo da girare il mondo e suscitare un’ondata di critiche contro il prete che ha aggredito il cane.
Il parroco probabilmente si è accorto di aver esagerato e si è giustificato subito dopo aver mandato via l’animale con una citazione dalla Bibbia: “Come ha detto Gesù, la mia casa è una casa di preghiera e non un recinto”. Ma la scena non è comunque piaciuta e sui social ci sono centinaia di polemiche su di lui.
Qui in Italia abbiamo avuto un sacerdote molto speciale, Don Canciani della Chiesa dei Fiorentini al centro di Roma. Questo parroco illuminato dedicava la messa domenicale delle 9 a umani e bestiole da compagnia perchè sapeva che propio gli animali sono i più puri, senza peccato, e più degni di entrare nella casa del Signore.

Categorie: News dal Mondo