Dopo due anni di stop a causa della pandemia, questa primavera torneranno le Corse dei Carri a San Martino in Pensilis, Ururi e Portocannone in Molise.
Al centro dei preparativi, il Piano della sicurezza, che deve tener conto delle prescrizioni date, e la questione riguardante il benessere animale. Un grande lavoro di prevenzione, quello che si sta mettendo in campo, per fare in modo che non si lasci nulla di intentato e ogni cosa proceda nel migliore dei modi. Tutto con l’auspicio che non si ripeta  quanto accaduto nel 2014 e 2015. Ben 29 persone – tra cui sindaci, amministratori, organizzatori e partecipanti alle “gare” – Lettere a Tito” n. 128. Buoi calabresi per carresi molisane - CostaJonicaWebsono state rinviate a giudizio dal sostituto procuratore della Repubblica di Larino, Marianna Meo, per reati gravissimi che vanno dal maltrattamento di animali all’organizzazione di spettacoli con animali non autorizzati. Contestato anche il reato di doping.
In vigore la Legge regionale n. 1 dell’11 febbraio 2019 e il Regolamento attuativo che disciplinano le Carresi. Già nell’edizione del 2019 tali strumenti normativi hanno consentito che tutto procedesse per il verso giusto. L’obiettivo, da tenere sempre presente, è coniugare la sicurezza delle persone con il benessere degli animali.