E’ stato condiviso da tutti i media il lungo viaggio di un branco di 15 elefanti che da una riserva nello Yunnan in Cina ha percorso 500 chilometri causando danni alle piantagioni e in alcune città. Il branco è in viaggio da un anno suscitando panico e curiosità nella popolazione della provincia cinese, non è semplice da gestire soprattutto la loro ricerca di cibo.
La provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina, ha istituito dei punti cibo nella città di Jinghong, mettendo a disposizione dei pachidermi foraggi appetibili per impedire loro di cercare cibo nei villaggi con conseguenti devastazioni.Elefanti mangiano una zucca al museo schoenbrunn di vienna - dago  fotogallery
Come riporta Xinhua il dipartimento forestale della città di Jinghong, prefettura autonoma di Xishuangbanna Dai, martedì ha annunciato che queste “mense per elefanti”, costruite in tre ex aree boschive statali di Jinghong, hanno una superficie totale di 1.000 mu (circa 66,7 ettari) e sono pronte a servire i loro ospiti extra-large. “Se gli elefanti hanno cibo in abbondanza nel loro habitat, è meno probabile che vaghino nei villaggi o rubino i raccolti piantati dagli agricoltori locali”, ha spiegato Zha Wei, vice direttore dell’ufficio di gestione della riserva naturale della città di Jinghong. Il funzionario ha precisato che oltre alle “mense per elefanti”, nelle vicinanze sono stati creati cinque stagni con l’aggiunta di sale per soddisfare le esigenze fisiologiche degli elefanti.

Categorie: News dal Mondo