Un leopardo delle nevi è morto dopo aver contratto il Covid-19, al Miller Park Zoo di Bloomington, Illinois, Stati Uniti. Il felino di nome Rilu, 11 anni, soffriva di una polmonite causata dal coronavirus, secondo quanto riferisce la Cnn, rilanciando l’annunciato arrivato dal Miller Park Zoo su Instagram. “Rilu era arrivato nel 2011 dallo zoo di Oklahoma City”, si legge nel post. “Nel suo periodo qui, ha avuto sette piccoli che ora fanno parte del Piano per la sopravvivenza della specie (Ssp)”.
“La sua bellezza e personalità mancheranno al nostro staff e ai nostri visitatori, ma non lo dimenticheremo”, conclude il messaggio.
I leopardi delle nevi sono una specie vulnerabile, secondo il Wwf: con una popolazione stimata tra 4.000-6.500 esemplari, le principali minacce alla loro sopravvivenzaleopardo delle nevi morto di covid illinnoissono la caccia, la perdita del loro habitat e la crisi climatica. Il fotografo naturalista Joel Sartore, che lo aveva immportalato, ha reso omaggio al leopardo delle nevi in un post sul suo account Instagram.
“Siamo molto tristi nel condividere la notizia che Rilu, un leopardo delle nevi di 11 anni del @millerparkzoo, è morto a causa delle complicazioni del Covid”, ha scritto. “I leopardi delle nevi si stanno dimostrando estremamente suscettibili alla malattia, che spesso si rivela fatale”, ha aggiunto lanciando anche un appello a vaccinarsi.
Non è la prima volta che sono segnalate infezioni negli zoo: a dicembre, due ippopotami sono risultati positivi al Covid-19 ad Anversa, in Belgio. Un mese prima, tre leopardi delle nevi erano morti al Lincoln Children’s Zoo in Nebraska, a causa di complicazioni legate al Covid. (AGI)

Categorie: News dal Mondo