“La Repubblica tutela l’ambiente e l’eco-sistema, protegge le biodiversità e gli animali, promuove lo sviluppo sostenibile, anche nell’interesse delle future generazioni”, è  la proposta di modifica dell’art. 9 della Costituzione, Disegno di Legge 1203, di iniziativa del Senatore Perilli.Il nostro Codice Civile in chiave animalista, fermo al 1942, non riconosce agli animali
alcun tipo di emozione, sentimento, non li riconosce esseri viventi e senzienti quali sono, trattandoli tutti indistintamente come “res”, “beni mobili”, “cose”, “oggetti” in mano all’essereANIMALI IN FAMIGLIA, ANIMALI IN SOCIETÀ - Cremazioni Arcobaleno umano ego-centrato.
Al Trattato Europeo di Lisbona (art.13 TFUE), in cui viene riconosciuta agli animali soggettività, hanno aderito molti paesi europei, ma l’Italia etica e realmente civile è ancora in attesa che ci sia la riforma nel nostro paese e quindi l’omologazione al trattato europeo da parte di chi fa orecchie da mercante per interessi personali e finanziari, speculando sulle vite degli indifesi.
Randagismo, canili lager, allevamenti intensivi, vivisezione, maltrattamenti impuniti, spese veterinarie e farmaceutiche impossibili da sostenere per molte famiglie, colonie feline abbandonate, accattonaggio con animali e tratta di questi sotto gli occhi di tutti, caccia legalizzata e bracconaggio, i soldi per la prevenzione, la sterilizzazione degli animali sul territorio nazionale, la cura, finiscono nelle tasche di molti Comuni e Regioni.
La Task Force Animalista, Associazione Culturale nata per curare la parte legislativa della tutela degli animali e dell’ambiente,  sostiene che “senza etica ed empatia non c’è civiltà”
Per seguire cliccare qui

 

Categorie: News