Boombastic, è uno degli animali che fa parte del progetto dell’Enpa di Monza “Famiglia a distanza”, che permette di dare visibilità e amore agli animali di difficile adozione, in modo che possano anche loro socializzare con più persone e, magari, venire adottati in via definitiva.
Una delle “mamme” adottive di Boombastic gli ha dedicato una lettera diffusa dall’Enpa di Monza che può far capire l’arricchimento che una adozione a distanza può dare.
“Caro Boomby, sono la tua mamma a distanza da qualche mese e, ad oggi, ancora non mi spiego cosa tu ci faccia ancora in canile.
Ci sarebbero tante cose da dire su come sei fatto, sul tuo carattere e il tuo approccio alla vita e agli altri ma la verità è che basta passare mezz’ora con te per capire che cagnolino sei…
Ti ho conosciuto la prima volta il giorno stesso in cui sei stato abbandonato in canile. Ero li per l’incontro con un altro tuo compagno di sventura e si sentivano le tue urla disperate arrivare dalla zona dei box. Non ti sei ancoraOggi, 26 settembre, è la Giornata mondiale degli amanti dei cani - Il piccolo rassegnato Boomby a questo abbandono. Per voi cani, il vostro umano è per sempre. Purtroppo per molti umani non vale lo stesso verso i loro pelosi.
Durante i nostri incontri facciamo delle belle passeggiate, dopo che mi hai festeggiato per bene con salti e leccatine (leccatone!!!)… sei tanto bravo al guinzaglio, un vero signorino educato. Se capita l’incontro con altri cani, tu tiri dritto, che poi non si dica che sei un attaccabrighe!!! Curiosissimo verso quello che ti circonda, chissà cosa pensi quando ti guardi attorno, forse cerchi solo un nuovo punto di riferimento.
Ti piacciono tanto le coccole, sul mento e sul tuo testone da grande guerriero ferito. Sei tanto bravo Boomby, ti metti seduto col nasone all’insù in attesa del tuo premietto e io prima di andarmene ti lascio sempre un bel masticatore… così puoi sfogare lì la tua tristezza.

Non lasciarti andare Boomby mio, forza grande guerriero”.

Categorie: Storie del cuore