Quando gli orsi si avvicinano troppo alle zone urbanizzate e si aggirano nei centri abitati si chiamono orsi “confidenti”. Juan Carrito, orso marsicano, più che confidente si può considerare golosamente scostumato. La scorsa settimana, durante una delle sue passeggiate notturne nel centro di Roccaraso (L’Aquila) Juan Carrito è stato attratto da un profumo delizioso, i dolci appena sfornati in una pasticeria del paese. L’orso non ci ha pesnsato due volte, sfondata la vetrina della pasticceria, ha mangiato tutto quello che è riuscito ad arraffare per allontanarsi poi satollo e felice.L'Aquila, l'orso entra in pasticceria per fare scorpacciata di biscotti
Juan Carrito, uno dei quattro figli dell’orsa Amarena, è solito girare in paese e per questo anche la sera della scorpacciata era tenuto sotto controllo dai carabinieri forestali della stazione di Roccaraso che monitoravano i suoi spostamenti tramite un radiocollare sempre pronti ad intervenire. Questa volta però Juan Carrito li ha dribblati tutti. Il comandante ha dovuto ammettere che l’orso è stato semplicemente più furbo e veloce: ”Ad un certo punto si è infilato in un vicolo e ha raggiunto in fretta la pasticceria”. Il resto è noto.
Potrebbe sembrare solo un episodio divertente ma a Juan Carrito potrebbe costare caro. Qualcuno ha cominciato a dire che l’orso è diventato “troppo confidente” e che si dovrebbe addormentarlo e spostar in un altro territorio.

 

 

Categorie: News