Nonostante la prevedibile la polemica scoppiata sul volo organizzato da Paul Farthing, ex soldato britannico soprannominato Pen, per evacuare i 200 cani e gatti della sua fondazione fuori dall’inferno afgano, l’impresa si è conclusa quasi positivamente.
Farthing, un ex Royal Marine originario di Dovercourt, nell’Essex, ha fondato il rifugio per animali Nowzad a Kabul, salvando cani, gatti e asini, dopo aver prestato servizio in Afghanistan a metà degli anni 2000.24zampe | Da Kabul all'Italia, tre gatti e un cane salvati dalla guerra
Il volo charter voluto da Farthing , per salvare gli animali è stato organizzato grazie ad una raccolta fondi , organizzata dalla Nowzad.
Terminato l’impegno militare nel paese, Paul ha perseguito un obiettivo, battezzato “operazione Arca”: portare in Gran Bretagna i suoi collaboratori con le famiglie, ma anche i 140 cani e i 60 gatti del suo rifugio Nowzad.
Dal crollo del governo afghano, Farthing e i suoi sostenitori hanno fatto una campagna per far evacuare il suo staff, le loro famiglie e 140 cani e 60 gatti dal paese in un piano che ha chiamato appunto “Operazione Arca”.
Ma il segretario alla Difesa Ben Wallace si è lamentato che alcuni dei sostenitori di Farthing hanno “distolto i comandanti che si sono occupati di questo problema dal concentrarsi sulla gestione della crisi umanitaria”.ADUC - Articolo - Afghanistan. Operazione Arca per salvare cani e gatti
Confermando la notizia che il signor Farthing e i suoi animali hanno superato i controlli di sicurezza dell’aeroporto venerdì sera tramite i social media, il Ministero della Difesa ha dichiarato: “Su indicazione del Segretario alla Difesa, l’autorizzazione per il loro volo charter è stata appoggiata dal governo del Regno Unito”.
Alla notizia che Farthing e’ riuscito a imbarcarsi con gli animali ma Il suo staff purtroppo non ha avuto le autorizzazioni, sui social qualcuno ha esultato esulta e qualcuno si è indignato. 

 

 

 

 

 

 

Categorie: News dal Mondo