La libertà è arrivata troppo tardi per Nina, il suo corpicino, gia straziato da 10 anni di prigionia non ha retto ed è volata via …..
Nina, era stata trovata in condizioni pietose nei giorni scorsi dalle guardie zoofile dell’OIPA di Pordenone chiamate a intervenire a seguito di una segnalazione anonima. L’hanno trovata legata a una catena dentro un cartone lercio dove era vissuta fin dalla nascita, il suo fisico non è riuscito a reggere ulteriori sforzi ed è morta pochi giorni dopo la liberazione senza conoscere le coccole e il benessere. I volontari dell’Oipa le avevano anche trovato una nuova casa e una nuova famiglia per l’affido ma purtroppo Nina non l’ha mai vista.
La prigionia per Nina era cominciata quando tutti i cuccioli curiosi cominciano a scoprire il mondo. Il proprierario si sarebbe giustificato dicendo di non aver voluto che si allontanasse e corresse pericoli. Follia!!Per il proprietario è scattata una denuncia alla Procuradella Repubblica di Pordenone per maltrattamento di animali e una sanzione amministrativamente per la detenzione di un cane senza microchip.

Categorie: News