“Un grosso meticcio di pochi anni era costretto a vivere rinchiuso in una piccola veranda e come se non bastasse era anche legato a catena. In questo modo la  proprietaria era certa che il cane non sarebbe potuto entrare neanche per sbaglio all’interno della abitazione.
Nella giornata di ieri EARTH, associazione nazionale per la tutela degli animali e dell’ambiente, considerata la gravità della situazione ha disposto l’intervento delle sue guardie zoofile che si sono immediatamente recate presso l’appartamento di una palazzina di Bagni di Tivoli (RM). Una volta all’interno dell’abitazione hanno constatato che il cane era legato a catena e lasciato fuori in veranda in completo isolamento sociale. Vista la condizione in cui era costretto a vivere l’animale, le guardie zoofile EARTH hanno disposto il sequestro giudiziario dell’ animale e proceduto per maltrattamento depositando notizia di reato al tribunale di Tivoli”.
E’ quanto si legge in una nota dell’associazione. “Ringraziamo coloro che, con le loro denunce ci permettono di operare in difesa degli animali – dichiara Valentina Coppola, presidente nazionale di EARTH – i cittadini sono sempre più vicini alle sorti degli animali, aspettiamo che anche la politica si adegui al sentimento comune inasprendo le pene per chi maltratta”.

Categorie: News dal Mondo