I gatti, è risaputo, sono animali abitudinari e affezionati alla casa. Per questo Downing Street aveva deciso a luglio scorso di ‘risparmiare’ a Larry lo sfratto dal civico numero 10 quando i Cameron, la famiglia con cui era vissuto dal 2011, avevano fatto le valigie per lasciare il posto alla nuova premier inglese Theresa May.
Ma Larry, per nulla grato di questa attenzione, ha deciso di rendere difficile la vita dei nuovi inquilini a quattrozampe.
Il piccolo felino sembrerebbe voler vendicare il suo ex proprietario diventando un vero e proprio ‘bullo’ capace di spadroneggiare sugli animali domestici dei ministri. Dopo aver fatto sentire le sue unghie su Palmerston, il collega cacciatore di topi per il Foreign Office, ha cosi’ terrorizzato i cani del cancelliere dello Scacchiere Philip Hammond, Rex e Oscar. Lo scontro degno di un cartone animato, e il suo finale a sorpresa con la vittoria del felino, viene raccontato in un lungo articolo del Sunday Telegraph. Sarebbe stato lo stesso Hammond a dire agli amici di esser dovuto correre ai ripari per difendere i suoi due amati fido dagli agguati del micio ‘cameroniano’: l’unica soluzione e’ stata quella di rinchiuderli la gran parte del tempo nell’appartamento del ministro, dove se ne possono stare al sicuro. Larry pero’ deve stare attento, perche’ potrebbe presto essere ordita una ‘congiura’ alla sue spalle e cosi’ finire lui rinchiuso. La premier Theresa May, infatti, lo ha dovuto adottare pur non amando i gatti e anche altri ministri.

Categorie: News dal Mondo