Arriva da Enpa Val della Torre la storia di Gigi, un cane che non ha avuto vita facile e che ha condiviso un lungo pezzo di vita con i volontari del Rifugio Enpa. La riportiamo con le parole di chi l’ha vissuto in prima persona, Giusy D’Angelo, condivisa sulla pagina Facebook di Enpa Val della Torre.
Non so quanti Km, quante pizze e non solo abbiamo condiviso, quante maledizioni ci siamo presi dai tuoi dottori medici veterinari ma quanta fiducia hanno avuto in noi! Salvandoti spesso la vita e tu hai lottato con loro! Sei arrivato perché non potevi camminare se non sul carellino, perché mordevi, perché eri un autolesionista e dovevi avere un collare Elisabetta tutto il giorno e perché eri un testardo! Noi abbiamo dato energia al tempo e non hai social ti abbiamo seguito seguendoPotrebbe essere un'immagine raffigurante cane e spiaggia istinto e la tua gran voglia di VIVERE BENE E CON RISPETTO! Odiavi il carrellino così ci siamo fatti in quattro e trovato il modo perché tu avessi la tua andatura spinale al punto che felice di andare in clinica fuggivi dal furgone per correre dentro la clinica….. alla tua ultima visita sei riuscito a scapparci perché non ti andava bene la visita in furgone! Correvi felice verso il fiume a caccia di qualche odore! Ringrazierò sempre quella lepre che mi ha fatto capire che potevi farcela …..Le energie ed il destino ti hanno portato tra le braccia di Morgana Zanni e della mia adorata Kali Sirenetta così abbiamo affrontato insieme a Daniela Linguari Volontaria Enpa gli ultimi 760 km insieme per correre insieme verso il mare! Zia Daniela ha formato la tua nuova Tata io semplicemente a gestire la grande emozione e gioia per la tua unica e vera famiglia! Morgana grazie Kali perdonami ma grazie ma il grazie va a Gigi che grazie alla sua voglia di vivere ma soprattutto non arrendersi alle sue disabilità ora da grande cane che sei vivi in una famiglia che veramente ti accudirà amerà e ti darà il tuo tempo!
Inserimento perfetto nonostante sia un alloggio ed in città. Con i gatti sei tranquillo con Kali sei un cucciolo di orsacchiotto, con i passanti sei fantastico ed al ristorante sei Super camerieri sani e presa al volo del cibo. Il Rifugio senza di te è vuoto e mai nessuno potrà prendere il tuo posto! Ti chiediamo scusa se abbiamo peccato in qualcosa ma ci siamo rifatti grazie l’arrivo di Morgana! Sei impegnativo sei stato sfortunato da quando avevi due mesi non hai potuto goderti le cose belle ma ora puoi sei libero sei a casa tua! Nulla può descrivere il costo nel seguirti sia di denaro che ti impegno ma NOI con i fatti e le poche parole e post ,grazie al tuo supporto c è l’abbiamo fatta grazie a te Gigi grazie al volontariato grazie a Morgana e di sicuro non ti abbandoneremo MAI”

Dare aiuto a chi non ha voce per chiederlo è un compito molto difficile. Ancora più difficile non potendo contare su alcun sostegno da parte dello Stato, ma soltanto sull’impegno di Guardie Zoofile, Volontari, Soci. Persone come te che hanno a cuore gli animali di qualunque specie e contribuiscono in modi diversi alla stessa missione: proteggerli e aiutarli.
È questa, la forza dell’Enpa!
Fanne parte anche tu: il tuo 5×1000 si trasformerà nei gesti quotidiani di coloro che si prendono cura delle migliaia di trovatelli affidati all’Enpa.Con il tuo 5×1000 possiamo accudire, curare, nutrire e proteggere, ogni anno, oltre 80.000 animali, di ogni specie e razza. Aiutaci ad accudirli…fai la tua parte: firma e inserisci il codice fiscale dell’Enpa 80116050586 nella tua dichiarazione dei redditi.
Per maggiori info su come destinare il tuo 5×1000 a Enpa, clicca QUI.5×1000 – ENPA

 

 

Categorie: Storie del cuore