Jiyan Oun, una giovane impiegata, era appena uscita dall’ufficio sua pausa quando sulla sua strada ha visto una piccola palletta di pelo arruffato. L’animale era così piccolo che Jiyan ha pensato fosse un topo. Quella “cosa” rannicchiata contro il muro dava l’impressione di non avere abbastanza forza per alzarsi.
La ragazza, guardato l’animale più da vicino, si è resa conto che non si trattava di un topoGattina che ha lottato per sopravvivere ora è in splendida forma ma di un gattino, solo estremamente piccolo. Il problema principale non era nemmeno che il gattino fosse troppo piccolo, ma che una delle sue zampette era dolorante e non gli consentiva di muoversi.
Jiyanza si rese conto che quell’esserino non sarebbe sopravvissuto in strada strada, così decise di aiutarlo. Alla fine della giornata Giyan ha preso l’animale e l’ha portato dal veterinario. Si è scoperto che la ferita del gattino era di lieve entità, una normale lussazione della zampa, il veterinario era invece preoccupato perchè il cucciolino era sottopeso. Il gattino, che si è rivelato essere una femmina, pesava circa 250 grammi, un peso insufficiente per la sua età.
Jiyan, portato il gattino a casa, ha iniziato a curarlo, seguendo attentamente le istruzioni del veterinario. Jiyan non aveva mai avuto un animale domestico, quindi era molto ansiosa di fare le cose per bene. Dopo un po’ di tempo, il piccolo ha cominciato a mettere su un po’ di peso e a far sentire il suo miagolio forte e chiaro e persino di giocare un po’ con la sua mamma umana. La ragazza, affezionata al gattino e decise di tenerlo anche dopo la completa guarigione e anche di chiamarla Tigrotta perchè era quello che sembrava voler diventare.

Categorie: Storie del cuore