L’India piange la morte di Babiya, esemplare femmina di coccodrillo considerato “vegetariano” perché ghiotto soltanto di un impasto a base di riso, frutta e zucchero di palma. Da almeno 70 anni, l’animale risiedeva nel lago del Tempio di Ananthapura, nella Regione di Majeshwaram, nello Stato del Kerala. Proprio per questo la popolazione ha salutato il “suo” rettile venerato come un Dio con una lunga processione.L'India piange Babyia, il coccodrillo “vegetariano” che mangiava riso e  frutta offerti dai devoti di un tempio - La Stampa
Secondo i monaci del Santuario, il coccodrillo Babiya ha trascorso la sua intera esistenza in una grotta, uscendo solo per banchettare con bocconi rigorosamente vegetariani. La comunità locale ha giurato oltretutto che l’alligatore non ha mai ingerito carne, ferito altre specie o, peggio, ucciso un essere umano. “Non ha mai attaccato neanche i pesci dello specchio d’acqua in cui nuotava“, hanno dichiarato gli addetti che lo hanno curato giorno dopo giorno.

Categorie: News dal Mondo