Era in vacanza per festeggiare la maturità ad Amalfi. Laine, diciannovenne originaria di Fiorenzuole, era lì per divertirsi con le amiche e rilassarsi un po’ dopo le fatiche dell’esame eppure non ha potuto far a meno di notare Jack, un cane impaurito, forse abbandonato, che vagava impaurito per il porto. Laine non si è voltata indietro e ha iniziato ad informarsi su quel cagnolino bianco e nero ignorato da tutti. Un signore al porto le ha raccontato che erano già diversi giorni che vagava da quelle parti. Ha contatto l’Enpa di Amalfi, i canili di Atrani e Amalfi ma a nessuno risultava mancare un cane così. E’ stato allora che Laine ha deciso: lo avrebbe adottato lei, lo avrebbe portato con sé. Dopo aver chiesto il permesso alla mamma, con la quale Laine vive, ha comprato una pettorina ed un guinzaglio, e dopo aver superato tutti gli ostacoli burocratici sono saliti insieme sul treno verso una nuova vita.
“Abbiamo notato questo cagnolino impaurito al porto di Amalfi, il penultimo giorno di vacanza – racconta Laine nell’intervista al quotidiano Libertà nell’articolo firmato da Donata Meneghelli– un signore del porto ci ha detto che vagava così da qualche giorno. Mia mamma, sentendomi in ansia per il cucciolo, mi ha detto che avrei potuto adottarlo io, a patto di occuparmene in prima persona. E’ stata una gioia gigantesca”.
(Fonte Libertà)

         

        Categorie: News