Si avvicina il periodo clou per ferie degli italiani e dal momento che il 37,7% degli italiani ha in famiglia almeno un animale domestico (Eurispes), e che nel nostro Paese risultano microchippati 13.209.745 cani e 956.308 gatti (aggiornato a febbraio 2022), sicuramente in tanti in queste ore saranno alle prese con la gestione dei propri pet. L’Ente NazionaleRiccione Pet Hotel, Spiagge e Servizi per animali | Riccione PetProtezione Animali ha realizzato l’indagine “In vacanza con gli animali” per capire le maggiori difficoltà incontrate la scorsa estate e ripartire da qui per affrontarle al meglio quest’anno. E’ emerso che il 78,5% dei proprietari di animali italiani ha deciso di portare il proprio amico a quattro zampe con sé mentre il 21,5% ha preferito lasciarlo a casa. Perché? Se il 43,2% non ha voluto sottoporre allo stress del viaggio il proprio animale, ben il 21,9% ha avuto problemi con strutture che non accettavano pet o ponevano molte limitazioni. Anche per questo è davvero importante informarsi prima di partire nel dettaglio sui servizi offerti. Non indifferente anche il fattore costi. Il 32% dei proprietari di animali intervistati da Enpa ha affermato di avere speso circa 137 euro in più per portare il proprio pet in vacanza. Come? Il  41% per il costo del soggiorno, il 37% per le spese di pulizia extra, il 15% per i mezzi di trasporto scelti e il 7% per le spese di disinfestazione. Le spese ci sono anche per chi sceglie di lasciare il proprio amico a 4 zampe a casa anche se la maggior parte a scelto di lasciarlo con i parenti (59,5%), il 16,7% ad amici, il 14% con un pet sitter mentre il 9,3% in pensione.
“Sono tantissime – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – le segnalazioni che ci arrivano da persone che si trovano in difficoltà durante le vacanze e non sanno come fare. A volte, ad esempio, le strutture che accettano magari gli animali in camera non permettonoHotel Animali Ammessi a Rimini: scopri il miglior Pet Friendly hotel di  Rimini loro di usufruire degli spazi comuni. In altri casi, a fronte di strutture molto accoglienti, si trovano invece politiche dei comuni molto restrittive. La scorsa estate siamo intervenuti più volte, trovando anche accordi con i sindaci, per risolvere situazioni paradossali: vai in vacanza con il tuo cane, spendi 137 euro in più per portarlo e poi non puoi fare neanche una passeggiata sul lungomare insieme a lui. L’indagine che abbiamo fatto nasce proprio dall’esigenza di capire come è andata durante le scorse vacanze per capire come migliorare la vita dei proprietari di animali in vacanza”.

LEGGI VADEMECUM COSA FARE PRIMA DI PARTIRE CON I NOSTRI ANIMALI

Categorie: Curiosità