La crisi della sicurezza in Egitto, cominciata oltre due anni fa con la rivoluzione che ha deposto l’ex rais Hosni Mubarak, colpisce anche i coccodrilli del Lago Nasser, il grande lago artificiale a sud della diga di Aswan, dove sono una specie protetta. Con una nota, l’agenzia Ansa riporta la  denuncia fatta al Ahram online da Mohamed Ezzat, della riserva naturale dell’alto Egitto, secondo il quale in questi tre anni il numero dei coccodrilli censiti e’ diminuito drammaticamente per colpa della pesca di frodo, in continuo aumento per la mancanza di controlli e per i prezzi elevati offerti per le pelli degli animali.
Ezzat ha citato il caso di Khor Korosko, una zona del lago dove i coccodrilli abitualmente vivono e dove il numero dei coccodrilli in tre anni si e’ dimezzato, passando da 81 individui a 41.

Categorie: News dal Mondo