Anche se quella ai gatti è più diffusa, anche il pelo del cane può creare problemi di allergia. Fin ora sono pochissimi gli studi volti a cercare di curare completamente le persone ma dall’Università di Osaka in Giappone, come riportato dall’AGI, gli studiosi sono riusciti per la prima volta ad identificare le componenti per quelle parti delle molecole che compongono gli allergeni dei cani che potrebbero presto darci un vaccino contro l’allergia a questi animali.
L’allergia ai cani è una malattia comune e in crescita in tutto il mondo. Nel corso degli anni, gli scienziati sono stati in grado di identificare sette diversi allergeni del cane, denominati Canis familiaris allergens da 1 a 7 (Can f 1-7). Solo uno, Can f 1, è responsabile della maggior parte, dal 50 al 75%, delle reazioni nelle persone allergiche e si trova nel tessuto della lingua, nelle ghiandole salivari e nella pelle dei cani. E’ la prima volta che si studia per determinare la struttura della proteina Can f 1 ed è a prima vista estremamente simile a quello di altri tre allergeni Can.
La ricerca ha bisogno di ulteriori studi ma i risultati suggeriscono che lo sviluppo di un vaccino ipoallergenico contro l’allergia ai cani, è alla nostra portata. Se il lavoro dei ricercatori fosse effettivamente utilizzato per sviluppare un vaccino contro l’allergia ai cani, i principi alla base potrebbero essere utilizzati contro varie allergie come quella ai gatti.