Mentre il Giappone si prepara a dare inizio alla mattanza dei delfini, le Hawaii hanno realizzato una mappa delle aree marine da vietare ai turisti che ogni anno visitano le acque dell’arcipelago e rischiano di alterare il sonno ai delfini tursiopi. “Il sonno e’ essenziale per la maggior parte degli animali”, ha spiegato David Johnston, della Duke University, fra gli autori della ricerca pubblicata su ‘PLoS ONE’, “quando dormono poco hanno una ridotta capacita’ di elaborare le informazioni e si trovano in una condizione detta di ‘decremento della vigilanza’. I delfini regolarmente disturbati dagli esseri umani durante i loro periodi di riposo non riescono mai a recuperare completamente questo decremento: cosi’ si riduce la loro capacita’ di cercare il cibo, quella di comunicare e di rispondere alle potenziali minacce”.
I delfini tursiopi che vivono nelle acque delle Hawaii hanno routine abbastanza conosciute: riposano nelle baie delle isole di giorno e vanno alla ricerca di cibo di notte, in mare aperto. Gli scienziati studiando queste abitudini sono riusciti a stilare una mappa che ha indicato 21 baie su 99 come habitat ideali per il riposo dei delfini, e che quindi dovrebbero essere tutelate, rispetto all’accesso dei turisti. “In questo modo dovremmo essere in grado di ridurre al minimo gli effetti negativi sui delfini, senza pero’ limitare l’accesso ai delfini su tutta la costa, con un vantaggio reciproco, per i delfini e per il turismo”, ha spiegato Lesley Thorne, coautore dello studio.

Categorie: News dal Mondo