I corpi di 170 pecore sono stati ritrovati senza vita nel fondo di un dirupo, si pensa, per  sfuggire ad un orso che le stava inseguendo. Non ci sarebbero certezze – come riporta today.it –  sul fatto che si tratti di un orso ma ne sono convinti i gli allevatori che da tempo denunciano l’attacco dell’animale ai greggi. Il fatto è avvenuto nel cuore dei Pirenei, in Arie’ge, nella regione del Couserans, in Francia. Le pecore sono state ritrovate schiacciate o smembrate dopo un volo di molti metri e le foto sono diventate virali sui social. Gli Film | FFDLallevatori accusano il governo francese,  di non aver mai fatto nulla per contenere gli orsi che, in quella zona, sono molto diffusi. Il plantigrado era praticamente scomparso da questa catena montuosa, negli anni ’90 è stato avviato un programma per reintrodurre gli orsi bruni dalla Slovenia. Oggi se ne contano circa 70. Gli allevatori ora chiedono a quante stragi di pecore bisognerà ancora assistere prima che intervenga qualcuno visto che non è la prima volta che accadono simili fatti. “Lo Stato deve prendere una decisione, riconoscendo che la coabitazione con l’orso non è più possibile” ha deplorato Alain Servat, presidente della Federazione degli allevatori dell’Arie’ge. Spiegano gli allevatori che se le pecore si buttano nel vuoto c’è per forza qualcosa che le terrorizza e le “spinge” in avanti. Non ci sono altre spiegazioni.

 

Categorie: News dal Mondo