La Giornata Mondiale degli Oceani si celebra l’8 giugno di ogni anno, giorno dell’Anniversario della Conferenza Mondiale su Ambiente e Sviluppo di Rio de Janeiro, costituisce l’occasione per riflettere sui benefici che gli oceani sono in grado di fornirci e il dovere che incombe suGiornata mondiale dell'Oceano: attenzione alla minaccia climatica e agli habitat marini - CentroPagina ogni individuo e sulla collettività di interagire con gli oceani in modo sostenibile, affinché siano soddisfatte le attuali esigenze, senza compromettere quelle delle generazioni future.
Ogni anno, il consenso e le adesioni all’appuntamento con la salute degli oceani crescono. E aumentano anche le iniziative ad hoc per la Giornata. L’obiettivo è celebrare l’oceano ma anche il rapporto del singolo con il mare. Tra le finalità, anche sensibilizzare la popolazione mondiale sul ruolo – assolutamente essenziale – che l’Oceano svolge nelle nostre vite e, più in generale, sulla salute dell’ambiente.
Lo scopo della giornata, quindi, è di riflettere sul ruolo che svolgono gli oceani – e gli organismi viventi che li abitano, dagli esseri unicellulari alle creature marine – per la vita sul pianeta terra.
Si stima che sotto la superficie dei nostri oceani vivano circa 200 mila specie differenti. Un numero impressionante, ma che si ridimensiona se si pensa che almeno un altro milione di specie sarebbero ancora da scoprire. Un ricco mondo di biodiversità che costituisce un insieme di servizi essenziali per l’uomo che vanno dall’approvvigionamento alimentare alla regolazione del clima. Proteggere l’ambiente marino è quindi fondamentale, non solo per la conservazione della biodiversità, ma anche per il benessere degli esseri umani e del pianeta.