Per Georgia, un simil pastore australiano, la vita non sembrava promettere nulla di buono. Era in dolce attesa ma in mezzo alla strada e con la salute compromessa. Ma anche gli animali hanno gli angeli custodi, per Georgia sono stati i volontari del Sunshine Dog Rescue a Phoenix che l’hanno trovata in una stazione di servizio vicino al confine tra Stati Uniti e Messico. Il salvataggio è stato immediato con la speranza di salvare la vita a lei e ai suoi cuccioli.
Tentando di salvare i piccoli, è stato eseguito un cesareo di emergenza. Ma sfortunatamente, sono nati tutti prematuri e non sono sopravvissuti. Georgia, al risveglio dall’anestesia, non riusciva a capire cosa fosse successo, dove fossero finiti i cuccioli che aspettava, si agitava in preda al panico e col cuore spezzato, non capendo che i suoi piccoli erano spariti.
Anita Osa, la direttrice di Sunshine Dog Rescue, era estremamente preoccupata per l’equilibrio della mancata mamma. Georgia continuava a strappare le lenzuola del letto, alla ricerca dei suoi cuccioli. È stato allora che la direttrice ha chiesto aiuto.
Osa ha postato su Facebook nella speranza che qualcuno sapesse di cuccioli orfani che avevano bisogno di una madre. Ma quello che ha trovato non era affatto previsto. Cuccioli orfani c’erano ma erano tre gattini. Osa ha ammesso di non essere esperta di micini, ma ha accettato di fare un tentativo.
“Ero certamente insicura”, ha detto Osa. “Ma avevo già visto altre specie nutrire un’altra specie prima, quindi ho pensato che peggio che potesse andare, la cagnetta non avrebbe accettato i gattini o non fossero i mici a non volerla e allora avrei dovuto allattarli e accudirli personalmente.
Fortunatamente, è stato amore a prima vista per Georgia e per i i tre orfanelli. Immediatamente si sono avvicinati a lei e anche lei è diventata protettiva. Questi tre minuscoli gattini hanno fatto sentire di nuovo pieno d’amore il cuore di Georgia.
La produzione di latte di Georgia era bassa, ma le ha permesso ugualmente di allattare i piccoli gattini. Tuttavia, il suo latte da solo non era sufficiente per nutrirli, quindi Osa li ha anche nutriti artificialmente. L’amore e la tenerezza di Georgia li ha aiutati a sopravvivere e crescere. 

Osa ha detto che questa esperienza l’ha talmente emozionata che l’avrebbe rifatta senz’altro. Attualmente, la famigliola canin-felina si sta ancora riprendendo , ma tante sono le richieste di adozione per tutti loro.
Il nuovo “papà” di Georgia ha deciso di ribattezzarla Milo. Inoltre, il suo compagno di stanza ha adottato uno dei gattini, quindi Milo non dovrà dire addio completamente ai suoi bambini. Potrà comunque vederne uno crescere grande e forte nella sua nuova casa per sempre. Che cucciolo fortunato!

 

Immagini: @ sunshinedogrescue / Facebook

Categorie: Storie del cuore