“Oggi è il giorno più triste del mio lavoro come ranger, dopo aver perso uno degli elefanti a cui tenevo di più”, ha detto Job Lekanayia che era lì per cercare di salvare l’animale ferito. Abbiamo provato tutto il possibile. Pensavo si sarebbe svegliato, ma non riusciva proprio ad alzarsi. ‘
Molto è cambiato nella piana di Amboseli durante il mezzo secolo di vita di Tolstoj. Più recentemente, la pandemia di COVID-19 ha costretto molti che lavorano nel settore turistico a cercare mezzi alternativi per guadagnarsi da vivere e questo ha portato alla rapida espansione dei terreni agricoli. L’habitat di Tolstoj si è ridotto, portando lui e altri della sua specie a entrare in conflitto con gli umani.
“La sua morte ricorda quanto possa essere vulnerabile anche il più grande degli animali, nonché l’urgente necessità di proteggere l’habitat per la fauna selvatica e gestire l’interfaccia tra gli animali selvatici e le attività umane”, ha esortato la Big Life Foundation. Ci sono soluzioni e stiamo facendo progressi nonostante una tragica battuta d’arresto come questa».

Fonte: ruetir.com

 

Categorie: News dal Mondo