I marchi Dove e The Body Shop sono impegnati in una campagna per convincere i consumatori a firmare una nuova petizione al fine di preservare il divieto paneuropeo sui test sugli animali dei cosmetici con installazioni accattivanti a Parigi, Berlino, Madrid e Milano.
Questi marchi mondiali per la cura del corpo operano nell’etica della bellezza. Dove e The Body Shop chiedono ai consumatori di tutta Europa di prendere posizione contro i test dei cosmetici sugli animali con una nuova coraggiosa iniziativa. I test sugli animali potrebbero essere nuovamente consentiti in Europa, minacciando di minare una lotta decennale culminata nel divieto di tutti i test sugli animali e nella vendita di cosmetici che sono stati testati sugli animali nel 2013.
In risposta, Dove e The Body Shop hanno collaborato con la street artist olandese NinaThe Body Shop & Dove call on the EU to save cruelty free cosmetics in Europe | SHEmazing! Valkhoff, attivista impegnata nei Paesi Bassi, per creare una nuova straordinaria opera d’arte che verrà mostrata tramite un murale nel centro di Parigi, ioltre ad essere proiettata attraverso punti di riferimento chiave nelle città europee di Berlino, Madrid e Milano la prossima settimana nel tentativo di ispirare i consumatori ad agire contro i test sugli animali.
I due marchi stanno esortando i consumatori europei ad agire contro la sofferenza degli animali firmando una petizione per sostenere il divieto europeo di sperimentazione animale, in collaborazione con le principali organizzazioni per i diritti degli animali tra cui PETA, Cruelty Free Europe, Humane Society International (HSI e affiliate), Eurogroup for Animals e European Coalition to End Animal Experiments (ECEAE).
Firdaous El Honsali, Senior Director of Global Communications and Sustainability di Dove, ha dichiarato: “In Dove, ci opponiamo con passione alla crudeltà sugli animali. Crediamo fermamente che non vi sia alcun ruolo per i test sugli animali per i prodotti di bellezza o i loro ingredienti e abbiamo sperimentato alternative sicure e umane per valutare la sicurezza di prodotti e ingredienti per molti anni.
“Insieme ai nostri partner The Body Shop e ai principali gruppi per la protezione degli animali, esortiamo sia i nostri colleghi nel settore della bellezza che il pubblico in generale a prestare la loro voce nella lotta per porre fine una volta per tutte ai test sugli animali nell’UE firmando questo Cittadini europei Iniziativa.”The Body Shop Italia - Contro i Test Sugli Animali
Dove di proprietà di Unilever è certificato cruelty-free dal 2018 ed è un sostenitore di lunga data dei divieti globali contro i test sugli animali insieme a Natura’s The Body Shop, che è diventato notoriamente il primo marchio di bellezza globale a fare una campagna contro i test sugli animali nel 1989 e è stata in prima linea nell’attuale divieto paneuropeo e ha raccolto 8,3 milioni di persone per firmare una petizione per porre fine alla sperimentazione animale a livello globale nel 2018.
Christopher Davis, Global CSR and Activism Director di The Body Shop International, ha aggiunto: “The Body Shop è stato il primo marchio di bellezza globale a combattere contro i test sugli animali nei cosmetici e questo impegno è stato in prima linea nelle nostre campagne di attivisti per oltre tre decenni.”Oggi chiediamo all’UE, sede del più grande mercato mondiale di cosmetici, di mantenere la promessa pionieristica che hanno fatto e porre fine definitivamente a livello globale ai test sugli animali per i cosmetici, a sostegno di questa iniziativa dei cittadini europei”.

Categorie: News dal Mondo