I suoi padroni, probabilmente turisti in vacanza in Sardegna, lo avevano abbandonato questa estate in una delle spiagge più affollate di Porto Torres proprio approfittando, per non essere notati, delle tante presenze. Ma qualcuno si è accorto del cane che si aggirava sperso tra i bagnanti senza che qualcuno lo richiamasse e sospettando fosse stato abbandonato ha segnalato la sua presenza all’associazione animalista “Amici a 4 zampe”. Recuperato da un gruppo di volontari, Balai, questo è nome del cane, è stato da loro accudito e vezzeggiato ma presto li saluterà perché in un accogliente casa nelle campagne fiorentine c’è una signora che l’aspetta e sarà la sua nuova famiglia.
A far avere un lieto fine alla storia di Balai sono stati due coniugi di Livorno che dopo averlo conosciuto a Porto Torrese ed esserne rimasti colpiti dalla sua vicenda, una volta tornati a casa ne hanno parlato ad una loro parente che si è subito dichiarata pronta ad adottarlo.
Per far raggiungere a Balai la sua nuova casa è scattata una gara di solidarietà incredibile tra Comune di Porto Torres, volontari animalisti e la compagnia di navigazione Grandi Navi Veloci.
Il Comune dopo aver microchipato il cane ha accelerato tutte le pratiche burocratiche, i volontari hanno rifinito la buona educazione di Balai che ora sa andare al guinzaglio e risponde al richiamo e la compagnia di navigazione Grandi Navi Veloci ha offerto un passaggio gratuito per il cane e il suo accompagnatore, da Porto Torres a Genova, in una delle cabine speciali riservate a padroni e animali da compagnia.
La vicenda di Balai è stata seguita e sostenuta perché andasse a buon fine anche dagli abitanti della cittadina e dalla sezione locale della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.
Magari se ne potessero raccontare di più di queste storie!

Foto: www.stintinonotizie.it

Categorie: Storie del cuore