Cip non è solo un bellissimo pastore tedesco di cinque anni ma un vero eroe che non si è risparmiato per salvare tante vite umane annusando e scavando sotto le macerie lasciate dal recente violentissimo terremoto in Turchia.
Tante persone ferite e intrappolate sotto gli edifici crollati sono state portate in salvo grazie a lui, tra queste Imdat Padak, il ragazzo di 18 anni che è stato ritrovato sotto le macerie di un palazzo, ancora vivo, a oltre 100 ore dal sisma. Cip non solo si è accorto che sotto quelle rovine c’era una persona ancora viva ma ha letteralmente scavato un tunnel perché i soccorritori potessero arrivare fino al giovane. Ora però dovrà stare un po’ a riposo perché mentre scavava è stato colpito da alcune pietre ad una zampa, ma Cip è forte e presto sarà di nuovo in grado di tornare, se sarà necessario, a salvare altre vite umane.
Cip non è un’eccezione, sono tanti i cani che con il loro intervento si rivelano fondamentali nelle operazioni di soccorso che seguono alle catastrofi ambientali. Il loro generoso coraggio unito a un fiuto eccezionale sono determinanti per limitare il numero di vittime sotto le macerie.

Foto: AP/LaPresse

Categorie: News dal Mondo