Il portale dedicato
al mondo degli animali
Online
dal 2010

Patrocinato 
dall’Ente 
Nazionale 

Protezione 
Animali 

Con il patrocinio di ENPA

Mondo animale

Ci lascia Sandra Milo, una grande donna che nela sua vita ha amato e protetto tanti cani

29/01/2024

Sandra Milo è volata via, leggera, positiva e generosa ha  amato la vita in tutte le sue forme non ultima quella animale come testimoniano i suoi adorati levrieri Jim e Lady, salvati insieme alla figlia AzzurraGrazie di cuore Sandra Milo official e... - Pet levrieri ETS | Facebook dall’orrore del mondo delle corse. Il terribile destino che attende i cuccioli di è una spietata selezione per crescere solo i cani più veloci per far guadagnare il più possibile con le scommesse, anche clandestine. Cani che vengono considerati come oggetti, allenati allo sfinimento per poi rinchiuderli ognuno nelle proprie gabbie. Spesso durante le gare capitano incidenti, i cani si feriscono nel correre a volte si fratturano gravemente, in quel caso i cani purtroppo diventano non più redditizi e a questo punto, i più fortunati vengono salvati dai volontari, altri molto spesso vengono soppressi a distanza di poche ore.
Tanto orrore non poteva lasciare indifferente “Sandrocchia” che per tutti voleva una vita felice e piena d’amore. Lei d’amore per i cani ne aveva avuto tanto, per tutta la vita e così con la sua terzogenita Azzurra ha scelto di salvare dall’inferno due  Greyhound i levrieri Lady Sapphire e Greyhound Sandra Milo salva il levriero Jim dalle corse in Irlanda - Petme Jim salvati dalla soppressione. Il primo ad entrare in famiglia nel 2022 è stato Jim, un anno dopo arriva Lady, adottata tramite l’associazione Levrieri Piemonte Odv che cerca di salvare i cani di questa razza usati nelle corse cinofile.
L’incontro con i due levrieri ha lasciato scorrere la tenerezza di Sandra per queste creature che ritroviamo in una sua riflessione pubblicata su Istagram:
“Nessuno ti costringerà più a star chiuso in un box nel quale mangiare ed espletare le tue funzioni fisiologiche senza poter uscire se non per gareggiare, nessuno ti somministrerà sostanze dopanti con lo scopo di aumentare artificialmente il tuo rendimento per raggiungere nella corsa prestazioni sportive più performanti, nessuno ti priverà delle cure e delle attenzioni di cui avevi bisogno, nessuno ti negherà il proprio amore, nessuno ti obbligherà più a essere il migliore per salvare la tua stessa vita, nessuno ti impedirà di giocare coi tuoi simili. Ora sei fratello del vento, ora sei compagno della libertà, ora sei figlio dell’amore”.
Tutto questo senza dimenticare che, negli anni ’50, il primo compagno d’avventura per la Milo che da Milano veniva nella Capitale per farsi strada nel mondo del cinema romano era il cane Fortunello e dopo di lui tanti altri.

 


Categorie: Cani, Mondo animale