Lo avevano visto vecchio, ormai a 15 anni quel pinscher con cui avevano convissuto non era più divertente,troppi acciacchi e troppe cure da dedicargli e allora la cosa migliore al suo proprietario è stato scaricarlo, tacitando anche la coscienza. Il piccoletto infatti è stato lasciato in un posto sicuro, nel recinto degli erbivori dell’Enpa di Monza facile da raggiungere perchè proprio sul confine di una strada.I volontari della Protezione animali sono stati catturati dalla dolcezza di quel vecchietto e gli hanno dato il nome di Casanova

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone, cane e attività all'aperto

.Casanova era un bel cagnetto, ma l’età avanzata non giocava a suo favore, forse sarebbe rimasto al rifugio per sempre.
Invece no, è accaduto quello che Casanova aspettava: una nuva casa tutta per lui! È stato adottato da Leila e Adriano, una coppia con bambini che già in passato avevano avuto esperienze di adozioni di cani e gatti in età avanzata. L’età e i problemi di salute di Casanova non hanno scoraggiato Leila e Adriano. Casanova è rinato. Accolto con estremo amore e affetto da tutta la famiglia, dopo pochi giorni dall’arrivo nella nuova casa si è immediatamente ambientato .A distanza di poche settimane, quello scricciolo anziano e con gli acciacchi dell’età,  grazie all’amore della sua nuova famiglia, è rinato. Anche i problemi gastrointestinali e di incontinenza che aveva manifestato nei primi giorni al rifugio sono scomparsi.
Casanova si è rivelato incredibilmente affettuoso e coccolone soprattutto con i bambini che hanno imparato a rapportarsi alla perfezione con un cane anziano come lui.

Categorie: Storie del cuore