E’ una storia da brividi quella che arriva da Cavarzere , in provincia di Venezia , raccontata da Gabriella Gibin, presidentessa della Commissione tutela degli animali della Provincia di Rovigo. L’Ente Nazionale Protezione Animali ha già attivato il suo ufficio legale attraverso l’avvocato Claudia Ricci per andare fino in fondo a questa tragedia che ha portato all’uccisione di un cane di famiglia, adottato da un canile, che stava tranquillamente nel suo giardino giocando. Ecco cosa è successo: pochi giorni fa il cane di un cacciatore si è introdotto nel giardino di casa di una signora proprietaria di un cane, Tyson. I due cani hanno quindi iniziato a rincorrersi ma, mentre la signora, secondo quantoCacciatore spara al pitbull di una donna e lo uccide - La Nuova di Venezia Venezia raccontato da Gibin, ha cercato di recuperare il suo cane, l’uomo, invece di provare anche lui a riprendere il suo cane, ha puntato il fucile contro la signora, insultandola pesantemente, e ha poi sparato a Tyson uccidendolo. Sempre secondo quanto riportato, il cacciatore ha continuato ad infierire sulla signora sotto shock, imbracciando di nuovo il fucile contro di lei e sparando un secondo colpo che ha fortunatamente colpito il cartello appeso al cancello.
“Ancora un caso di violenza contro un essere innocente ucciso in modo barbaro – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – e che ha per protagonista un cacciatore che usato il fucile per uccidere e minacciare indisturbato. L’Ente Nazionale Protezione Animali ha già attivato il proprio ufficio legale ed è pronto ad andare fino in fondo in questa inaccettabile storia di orrore e violenza. Non si può morire così”.

Categorie: News