E’ periodo di elezioni amministrative e tutti vorremmo avere un Sindaco così: di grande cuore, generoso e vicino a tutti i suoi cittadini, anche a 4zampe.
Quando un cane o un gatto perde la persona che gli ha aperto il cuore e le porte di una casa piena di affetto e calore, se non hanno nessuno che possa occuparsi di lui, per molti di loro può cominciare un brutto periodo. Chi finisce abbandonato in strada e, se gli va bene, può contare su un box a vita.
Non è stato così per Willy, un meticcio di 8 anni che si è ritrovato da solo dopo la morte della sua proprietaria con la quale aveva trascorso una vita di coccole e serenità. La signora, rimasta vedova, aveva deciso di prendere un cagnolino per condividere le sue giornate con un esserino a cui dare e ricevere amore. Willy era stato proprio tutto questo e le aveva fatto tantissima compagnia fino alla sua morte. Dopo la morte della proprietaria, il cagnolino sembrava dovesse rimanere da solo, ma una persona speciale ha deciso di prendersi cura di lui.
Il sindaco della sua cittadina, Casalbuttano, in provincia di Cremona, ha deciso di prendersi cura di Willy e di portarlo a casa. Non solo ha adottato il piccolo meticcio, ma ha anche acquistato l’abitazione dove viveva in modo da non sradicarlo dal suo habitat in cui era stato tanto felice.
Chi non lo vorrebbe un Sindaco così? 

 

Categorie: Storie del cuore