North, un’Alaska Malamute di otto mesi ha salvato la vita del suo proprietario Grga Brkic,   caduto durante un’escursione sulla catena montuosa del Velebit in Croazia. Il cane si è sdraiato su di lui per 13 ore tenendolo al caldo fino all’arrivo dei soccorsi. Gli altri due alpinisti del gruppo  non sono riusciti a raggiungere Brkic e il cane, quindi non hanno potuto far altro che lanciare l’allarme. Quasi 30 soccorritori alla fine hanno raggiunto l’escursionista ferito dove era rimasto bloccato, a quasi 1.800 metri sul livello del mare.
I soccorritori hanno affermato che la presenza di North è stata determinante per la salvezza del suo proprietario ferito in fondo al crepaccio.
“L’amicizia e l’amore tra uomo e cane non hanno confini”, ha detto un operatore delNorth, il cane eroe riscalda il suo papà e lo salva dal congelamento -  Bigodino soccorso alpino croato in un post su Facebook, che includeva una foto del cane sdraiato su Brkic mentre giaceva su una barella. North, infatti, è rimasto sdraiato accanto a Grga Brkic anche dopo l’arrivo della barella.
Brkic ha detto ai media croati che il suo North  “è un vero miracolo” l’ha aiutato a superare “i minuti e i secondi così lenti prima dell’arrivo dei soccorsi”.
Il servizio del soccorso alpino croato ha tuttavia messo in guardia dal portare i cani per le escursioni in condizioni difficili, soprattutto durante il rigido clima invernale, quando è necessaria un’attrezzatura specializzata per l’arrampicata.
Fonte: dailymail-co-uk

Categorie: News dal Mondo