Un altro cavallo delle botticelle romane è caduto ieri a Via del Corso pochi metri da Palazzo Chigi.
Un episodio simile era avvenuto lo scorso 29 settembre quando un altro animale era crollato sull’asfalto, davanti a Montecitorio, mentre trasportava del turisti.
Il sindaco Marino aveva promesso in campagna elettorale di trasferire le botticelle nelle ville storiche ma niente è stato fatto. Ora chiediamo al primo cittadino di eliminare totalmente le botticelle e lo sfruttamento di questi poveri animali.
Per le associazioni animaliste quanto accaduto ieri in via del Corso a Roma, non sarebbe altro che l’ennesima dimostrazione delle condizioni di sofferenza subite dai cavalli. “Un incidente quando si ripete non è più un incidente. E’ la regola – dichiarano i rappresentanti dell’associazione LAV – e questa per le botticelle è la sofferenza dei cavalli, l’insicurezza dei clienti che pagano in nero e di tutti i cittadini. Il Sindaco Marino revochi subito le licenze ai vetturini e le trasformi in servizi compatibili con il rispetto delle leggi, degli animali e della Capitale”.
Stessa condanna arriva dal I Municipio, con una nota a firma dei consiglieri, Nathalie Naim (Lista Civica Marino), e Mauro Cioffari (Sel). “Non è più possibile tollerare la sofferenza a cui vengono quotidianamente sottoposti questi animali, devono essere al più presto tolti non solo dalle strade ma anche dai loro ricoveri pericolosi e fatiscenti. Lanciamo un appello  all’amministrazione comunale affinché  si intervenga,  per tutelare i cavalli ma anche la sensibilità delle persone che vivono, lavorano o visitano il Centro Storico, che ogni giorno devono assistere a questo spettacolo crudele e indegno di un paese civile”.
Ma il presidente dei vetturini romani, Angelo Sed, dà la sua versione dei fatti. L’animale, di 11 anni, secondo quanto spiegato, “è scivolato su una macchia d’olio, ma non si è fatto nulla, e si è rialzato dopo pochi minuti. Nella caduta non si è procurato nè escoriazioni nè fratture. È stato visitato della squadra vetture. Faith ora è nel suo box e ha mangiato e bevuto”.
Qualche giorno fa proprio le scuderie di Testaccio, a seguito di un’ispezione da parte della Guardia Forestale, sono state sequestrate, anche se è stata data la possibilità ai vetturini di ricoverare ancora gli animali nella struttura. Sequestrati anche due cavalli, perchè sarebbero stati ospitati al buio e con lettiere in condizioni igienico sanitarie scadenti.
Link petizione:  http://www.youanimal.it/roma-un-altro-cavallo-delle-botticelle-caduto-scriviamo-al-sindaco

Categorie: News dal Mondo