Come parte dell’Asia for Animals Macaque Coalition Animals Asia ha unito le forze con la Primate Society of Great Britain e la IUCN Primate Specialist Group Section for Human-Primate Interactions per chiedere alla BBC e a Netflix di dire basta all’utilizzo di primati nella loro programmazione.
E’ preoccupante l’impiego persistente di scimmie “attori” nelle produzioni televisive, più di recente esemplificato dall’uso di un macaco nella coproduzione BBC/Netflix “The Serpent.”
Sebbene l’appello a questi giganti mediatici sia scaturito in seguito all’uso di un macaco nemestrino nella recente serie congiuntamente prodotta The Serpent, entrambi continuano a trasmettere per proprio conto programmi in cui tra gli interpreti appaiono altre specie di primati. Abbiamo notato che le scimmie cappuccino sono state usate come “attori” in altre serie recenti, come The Alienist e The Terror. I macachi nemestrini sono elencati come vulnerabili e in declino dall’Unione internazionale per la conservazione della natura.
Tale uso di primati a fini di intrattenimento compromette in modo inaccettabile il benessere dei singoli animali coinvolti e crea una percezione pericolosa ed errata circa l’idoneità delle scimmie ad essere animali domestici e circa il loro status in natura. In effetti, oltre la metà delle specie di primati sono minacciate di estinzione, e la popolazione del 75% delle specie è in declino in tutto il mondo. Tra i fattori che contribuiscono a questo declino vi è la cattura per il commercio legale e illegale di animali da compagnia. La ricerca ha dimostrato che le immagini di primati animali in contesti umani e la loro interazione con le persone contribuiscono ad aumentare la domanda di questi animali, portando a credere che possano essere animali da compagnia.
The Serpent presenta un giovane macaco nemestrino settentrionale con collare e incatenato, tenuto all’interno dell’abitazione di uno dei personaggi. Il macaco che appare in The Serpent sembra essere giovane, forse di soli due anni. A quest’età, anche se non più fisicamente dipendente da lei, un macaco è ancora psicologicamente dipendente dalla madre. Separare le giovani scimmie dalle loro madri, o negare a qualsiasi scimmia la possibilità di vivere in un gruppo sociale adatto alla specie, è una violazione dei cinque bisogni definiti nella sezione 9 del Animal Welfare Act del Regno Unito e delle “Cinque libertà”.
Il macaco nemestrino settentrionale è originario di Bangladesh, Cambogia, Cina, India, Laos, Myanmar, Thailandia e Vietnam. In tutta la loro area di distribuzione, sono tenuti come animali domestici, spesso illegalmente. Programmi come The Serpent servono a incoraggiare tale comportamento sia nei luoghi in cui la specie si trova naturalmente, sia altrove, oltre a promuovere l’uso di animali selvatici nell’intrattenimento.
Nel 2012, la Walt Disney Company annunciò che non avrebbe più utilizzato scimmie antropomorfe o altri grandi primati, compresi i macachi, come attori nelle sue produzioni o al di fuori del contesto del loro zoo, santuario o ambiente naturale. Anche se questoScimmie cappuccino ? ANIMALI Maggio ? | Clasf purtroppo non si estendeva ad altri primati, come le scimmie cappuccino che sono ancora regolarmente utilizzati come interpreti, si è comunque trattato di un passo nella giusta direzione. Abbiamo quindi chiesto a BBC e Netflix di seguire l’esempio e fare un passo in più, abbandonando l’utilizzo di qualsiasi primate come interprete.
È sempre più evidente che tale uso è dannoso in moltissimi modi e crediamo che sia giunto il momento di mettervi alla fine. è possibile leggere la lettera completa QUI.