Luigi Borbone, il giovane couturier romano che condivide le istanze della cultura vegana, ha partecipato per la prima volta alle sfilate di AltaRoma AltaModa a Palazzo Ferrajoli. La sua collezione total white, accolta con entusiasmo dal pubblico e dagli esperti del settore, è stata realizzata nel totale totale rispetto della natura e degli animali e dimostra come il vero talento sia in grado di dar vita ad abiti ed accessori affascinanti e lussuosi senza causare sofferenze agli animali o danni all’ambiente.
Gli abiti, realizzati in tutte le nuance del bianco, abbagliante, luminoso, perlaceo e iridescente si ispirano ai paesaggi glaciali della natura  delle opere del pittore norvegese Odd Nerdrum, sono stati creati dallo stilista avvalendosi di una tecnologia sperimentale di ultima generazione
Il lattice e’ trattato con cristalli Swarovski dai maestri artigiani della Transfermania International di Roma su disegno dello stilista. Il mikado di seta realizzato in laboratorio è fissato con polvere di
Swarovski. C’e’ il lino goffrato, le organze in lino e seta, il raso duchesse di seta immerso in particolari resine per renderlo impermeabile con all’interno polvere di oro zecchino. Tutte realizzazioni che hanno richiesto impegno e ricerca per dar vita a creazioni che possono essere definite vere opere d’arte.
Una voce controcorrente quando sulle passarelle tornano le pellicce in ogni forma.Dal 2005 al 2009 in Italia l’acquito di pellice aveva subito un trend negativo costante, tanto da essere considerato un capo d’abbiggliamento ormai superato. Nel 2010, spinto da interessi che nulla hanno a che vedere con l’eleganza infatti il settore inizia la sua ripresa. Grazie a un trucco: riproporre la pelliccia sotto forma di accessorio o inserto per cappotti, scarpe, borse e cappelli, come se fosse solo un dettaglio.

Foto: www.lav.it