Milano oltre ad avere  il cimitero dedicato a cani, gatti, conigli, uccelli e a tutti i tipi di animali di affezione più grande d’Italia con una superficie prevista di cinque ettari con una capienza di circa 20mila posti, ora crea uno spazio virtuale per ricordare i propri amati pet.
Il cimitero virtuale è dedicato in particolare a tutti quegli animali che non hanno avuto una sepoltura, in modo che “possano trovare un posto per essere ricordati oltre la vita terrena”. Lo ha spiegato all’AGI il direttore de Il Fido custode, Gianni Amenta.
“Nel cimitero virtuale ci sono quasi esclusivamente animali che non sono sepolti qui, da noi. In tanti, magari hanno lasciato il loro animaletto dal veterinario, perché, a quel tempo, non sapevano dell’esistenza del cimitero”. Il servizio online è del tutto gratuito, poi “Chi vuole fa un’offerta, una donazione che noi giriamo alle associazioni con le quali lavoriamo”. “Si compila un form, si manda la foto dell’animale che non c’è più, una frase, dei pensieri, e si partecipa. E’ un bel modo per poterli ricordare, è un servizio aperto a tutti”. E’ un ‘luogo’ a cui tornare nei momenti di malinconia, si legge sul sito. C’è chi ha detto “addio” a Nerone “il cane re del porto”, chi a Oxi che si spera corra felice”. E c’è anche una sezione dedicata agli eroi, con “Birba che salvò dalle fiamme la sua famiglia”, Scott che si fece valere durante il terremoto di Amatrice, e Toby “il cane eroe del soccorso alpino: un tumore al cervello l’ha ucciso”.
Il cimitero virtuale (su www.ilfidocustode.it) è stato creato dalla società pioniera nel settore, Il Fido custode, la stessa che a Milano ha aperto il primo cimitero reale, per gli animali d’affezione.
Fonte: AGI

Categorie: Curiosità