Ricollocare gli animali dello zoo di Napoli all’interno di santuari che siano in grado di prendersi cura delle loro esigenze, tenendo conto del fatto che hanno vissuto in condizioni di estrema prostrazione e di deprivazione. E’ quanto propone l’Enpa al Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. «Questa potrebbe essere una soluzione semplice, pragmatica ed economica– spiega Ilaria Ferri, direttore scientifico della Protezione Animali -. Probabilmente il trasferimento degli animali potrebbe essere finanziato impegnando una sola mensilità dell’affitto attualmente pagato per tenere in piedi la struttura che, come tutte le altre, rappresenta un simulacro dell’ottocentesco rapporto con gli animali.» «Del resto – prosegue Ferri –, come ampiamente documentato da fonti di stampa, la stessa direzione aveva più volte annunciato la riqualificazione della struttura.» «Eppure nel 2004, grazie all’impegno del Centro di tutela e ricerca fauna esotica e selvatica di Monte Adone e del Corpo Forestale dello Stato – aggiunge il direttore scientifico dell’Enpa – avevamo iniziato a trasferire gli scimpanzé di Napoli, anche gli esemplari più anziani, nel Centro; un santuario italiano riconosciuto dalla primatologa Jane Goodall. Le cose, dunque, sembravano essersi messe in movimento.» Per questi animali si è trattato di una vera e propria “seconda chance”: al riparo dagli sguardi indiscreti dei visitatori, “protetti” da un luogo idoneo e accogliente, i primati sono stati seguiti in un lungo percorso di recupero e ora vivono felici nel pieno rispetto della loro dignità e con tutte quelle attenzioni particolari che nascono da anni di esperienza e professionalità. «Grazie all’expertise di veterinari esperti nella ricollocazione di animali esotici, con i quali abbiamo da sempre collaborato per i trasferimenti di animali dagli zoo ai santuari – conclude Ferri -, è dunque possibile prendersi cura non soltanto dei primati ma anche di esemplari appartenenti ad altre specie, come tigri ed elefanti. Auspichiamo quindi che il nuovo Sindaco di Napoli restituisca agli animali la loro dignità e apra la città ad un nuovo rapporto con loro, fondato sul profondo rispetto e sulla compassione.»

Fonte: Enpa

Categorie: News dal Mondo