Una volpe artica ha percorso circa 3.500 chilometri, dalle Svalbard fino al Canada. Il suo viaggio è stato registrato dal Norsk Polarinstitutt, l’istituto norvegese per la ricerca polare, grazie a un rilevatore GPS che era stato messo sulla volpe nel 2017. I dati raccolti dai ricercatori, e pubblicati in un recente articolo, dicono che la volpe – un esemplare femmina – aveva lasciato le Svalbard il 26 marzo del 2018 e dopo 21 giorni di cammino e più di 1.500 chilometri percorsi sul ghiaccio, era arrivata in Groenlandia il 16 aprile. Da lì aveva continuato e nel luglio scorso, dopo 76 giorni di viaggio, era arrivata sull’Isola di Ellesmere, la più settentrionale delle isole artiche canadesi.
Il viaggio della volpe artica è il più lungo mai registrato per un esemplare della sua specie, dicono i ricercatori, e dimostra anche le capacità di adattamento di questo animale, che può resistere fino a -50 °C. Alle Svalbard le volpi artiche si nutrono principalmente di animali marini, ma sull’Isola di Ellesmere la loro principale fonte di nutrimento sono i lemmini, piccoli roditori artici. Il collare GPS della volpe ha smesso di funzionare nel febbraio 2019.

Categorie: Curiosità