Anche un pitone può avere il ruolo di un animale da compagnia per il proprietario, proprio come un cane o un gatto, ma quando si decide di fargli fare una passeggiata in centro città le cose cambiano radicalmente. Se per un cane basta avere guinzaglio e museruola per il grosso rettile le regole sono diverse e a non rispettarle si rischia una multa salata. E’ quanto successo ad un operaio ventottenne di Treviglio (Bg) che è uscito di casa avvolgendosi attorno al collo il suo pitone reale lungo un metro e trenta centimetri che tiene in casa e poi si è avviato, come se niente fosse, verso il centro storico della città per una passeggiata camminando tra gli esterrefatti passanti.
A mettere fine allo “show” i poliziotti che, notata la strana coppia, si sono avvicinati al giovane per chiedergli come mai andasse in giro con quel grosso serpente. La risposta è stata che, vista la bella giornata, voleva far prendere un po’ di sole al cucciolo di casa. I polizioti, poco convinti sulla leicità di quella passeggiata, hanno chiesto alla Forestale di effettuare un controllo. E’ emerso che il pitone reale è un animale innocuo e regolarmente denunciato dal proprietario ma esiste una legge comunale sulla tutela e la custodia degli animali selvatici durante il trasporto che l’uomo avrebbe violato incorrendo così in una multa da 150 euro.

.

Categorie: Curiosità