Gli animalisti della Lega nazionale difesa del cane si schierano contro l’allevatore padrone del ‘canile lager’ scoperto alcuni giorni fa a Gesturi, vicino alla riserva dei cavallini della Giara. “Denunceremo l’allevatore e chiediamo il sequestro dei cani”, annunciano gli animalisti. A segnalare l’area in cui i cani si trovavano in stato di abbandono era stata una turista francese che aveva denunciato la situazione su Facebook. I carabinieri hanno denunciato l’allevatore per maltrattamento di animali, affidando quattro cani, quelli in condizioni più gravi, alla Lega: “I cani più malati e disagiati sono stati affidati alla nostra sezione di Carbonia, che li ha prontamente ricoverati per tutti gli accertamenti del caso – sottolinea Patrizia Sitzia, consigliere nazionale di Lnd Animal protection e presidente della locale sezione -. Una cagnolina sembra avere le zampe rotte, un altro ha valori di leishmania altissimi e gli altri sono comunque malati e malnutriti. Come sempre il nostro obiettivo è tutelare gli animali e ripristinare la legalità”.
I rappresentanti dell’associazione hanno già mosso i primi passi con l’ufficio legale per “chiedere, nell’immediato, il sequestro preventivo dei cani più malati – afferma Piera Rosati, presidente nazionale di Lndc Animal Protection – non è pensabile la restituzione a chi ha lasciato che si riducessero nello stato in cui sono. Per quanto riguarda gli altri cani, i carabinieri di Gesturi e la Asl di Sanluri hanno intenzione di dare delle prescrizioni al proprietario affinché regolarizzi le modalità della loro detenzione che non può essere quella di tenerli legati a una corda di un metro. È nostra intenzione verificare anche se questa situazione era già conosciuta e perché non si è intervenuti prima”.

Categorie: News