“Sono molto felice, ho salvato un’anima”: con questa esclamazione un operaio turco del comune di Istanbul ha espresso tutta la sua soddisfazione dopo avere salvato la vita, applicando “la respirazione bocca a bocca” ad un gatto colpito da una sincope da apnea dopo le piogge torrenziali di ieri nella megalopoli sul Bosforo. Lo hanno riferito venerdì i media locali.
“Mentre stavo lavorando con i miei colleghi per far defluire l’acqua dai bordi della tangenziale nella zona di Pandik, ho visto oltre il guardrail un gattino inanime, era svenuto”, ha detto ai giornalisti l’operaio Mattin Kaskin citato dall’agenzia di stampa statale Anadolu.
“Ho preso il gatto in mano e gli ho tolto l’acqua dalla bocca e quindi ho applicato la respirazione bocca a bocca. Ad un certo punto l’ho sentito miagolare”, ha spiegato aggiungendo che “il gattino sta ora bene e io provo molta gioia per aver salvato la sua vita”.
“La temperatura del felino era molto bassa quando ce l’ha portato l’operaio Kaskin, questo a causa dell’umidità che aveva impregnato il suo corpo”, ha detto ad Anadolu, il veterinario che ha preso in cura il micio. (askanews)

Categorie: News dal Mondo