Il giovane Mikhail Galin, pur di non separarsi dal suo gattone Viktor durante un volo. ha messo in atto uno stratagemma per superare  i controlli dell’Aeroflot con grande furbizia. Mikhail, dopo aver volato da Riga a Mosca con il suo gatto, pensava di poter proseguire tranquillamente il viaggio assieme al suo micio volando da Mosca a Vladivostok, ma lo staff dell’Aeroflot nella capitale russa gli ha spiegato che Viktor era troppo pesante per stare in cabina. Il gatto pesa dieci chili e gli animali oltre gli otto devono viaggiare in stiva secondo le regole della compagnia aerea. Il giovane allora ha pensato di aggirare l’ostacolo con un piccolo imbroglio. Rimandata la partenza, il giorno dopo si è presentato al check-in con un gatto non suo, più piccolo, poi lo ha restituito ai legittimi proprietari ed è volato da Mosca a Vladivostok con il suo micio Viktor che, troppo pesante per viaggiare in cabina, sarebbe stato destinato alla stiva dalle regole della compagnia di bandiera russa. Mikhail, convinto di averla fatta franca, non ha resistito a condividere la sua bravata sui social in un post diventato subito virale.
L’Aeroflot però non l’ha presa bene e, dopo aver controllato le immagini delle telecamere a circuito chiuso dell’aeroporto Sheremetyevo di Mosca e avuto conferma dello “scambio di gatto”,ha tolto al 34enne tutte le 400’000 miglia accumulate in 14 anni di viaggi.
Forse, pur di non mandare Viktor da solo nella stiva, ne è valsa la pena

 

 

Categorie: News dal Mondo