Un giovane apprendista domatore del Great Moscow State Circus, Valentine Bulich di 28 anni, è stato ucciso da un orso che ben lo conosceva,dopo essere entrato nella gabbia dimenticandosi di togliere la mascherina.
Il giovane era solito ammaestrare e guidare i grandi animali nelle esibizioni, i quali non hanno mai dimostrato un’indole violenta. Purtroppo, la causa di tale attacco è stata, come riportato da metropolitanmagazin.it, una disattenzione. L’orso Yasha ha aggredito l’uomo perché si è sentito sotto attacco. Secondo quello che è stato raccontato dagli organizzatori dello spettacolo circense: “Valentin si è dimenticato di togliersi la mascherina anti-Covid prima di entrare nella gabbia e l’animale non lo ha riconosciuto. Ha pensato di essere in pericolo“.
Una situazione che non ha lasciato scampo al povero domatore: la bestia ha assalito il ragazzo strappandogli il cuoio capelluto, come uno scalpo.
Secondo le testimonianze dei colleghi, Valentin è entrato nella gabbia dell’orso per delle pulizie di routine: “Aveva chiuso a chiave la porta dall’interno come faceva sempre per impedire all’orso di scappare. L’unico errore è stato quello di non togliersi la mascherina. Entrare nella gabbia secondo le regole del Circo era una violazione delle norme di sicurezza, “. Poi, il dirigente del circo, Tatyana Zapashnaya, ha aggiunto: “È molto difficile per noi. Tutto è accaduto molto rapidamente e inaspettatamente. Questo è un disastro e un dolore che dobbiamo affrontare“. Yasha è conosciuto per le sue acrobazie ed il suo carattere docile tanto che si è dimostrato sempre molto incuriosito dal contatto con gli umani. In quella tragica situazione, il povero animale, non riconoscendo il volto del suo addestratore e sentendosi in pericolo, ha ucciso. (metropolitanmagazin.it)

Categorie: News dal Mondo