Questa volta sono cuccioli di gatto di due antiche e pregiate razze quelli scoperti dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trieste nel corso di un servizio di controllo al valico di Fernetti.
Una pattuglia del Nucleo Mobile della Tenenza di Muggia ha fermato una vettura con targa polacca di proprietà di un cittadino ucraino, all’interno della quale erano stipati 6 cuccioli di gatto “certosino” e 4 cuccioli di gatto “Scottish fold”, trasportati in violazione delle norme che regolano sia gli scambi commerciali di cani e gatti tra Paesi Ue, sia la loro introduzione in Italia. Il loro valore di mercato oscilla tra gli 800 e i 1.400 euro ciascuno.
I piccoli felini erano provvisti di microchip e i relativi passaporti erano sprovvisti delle misure di anticontraffazione; inoltre, l’età indicata non corrispondeva all’età effettiva degli animali, presunta in 40 giorni, e sono risultati sprovvisti della vaccinazione antirabbica.
I cuccioli sono stati affidati alle cure del personale veterinario non prima pero’ che siano trascorsi almeno 21 giorni dall’avvenuta vaccinazione antirabbica.

Categorie: News dal Mondo