Finalmente Happy Feet, il pinguino divenuto famoso per essere approdato, a causa di una perdita di orientamento, sulle coste della Nuova Zelanda sta per tornare a casa sano e salvo.
Il giovane pennuto ha lasciato ieri la Nuova Zelanda a bordo della una nave da ricerca Tangaroa diretta verso il Polo Sud, grazie alla quale, dopo un viaggio di quattro giorni, potrà riunirsi ai pinguini della sua specie.
Si conclude così felicemente la brutta avventura di Happy Feet che dopo essersi perso aveva rischiato di morire per aver cercato di dissetarsi ingurgitando una gran quantità di sabbia scambiata per neve. A salvargli la vita sono stati i veterinari dello Zoo di Wellington grazie ad un tempestivo e delicato intervento che lo ha liberato dalla sabbia e da tutti quegli oggetti scambiati per cibo e ingeriti.
Dopo l’intervento, il pinguino ha avuto bisogno di una lunga convalescenza e cure costose ma grazie ai suoi molti fans è stata raccolta la cifra necessaria a coprire le spese mediche e ora a pagargli il viaggio di ritorno per tornare a Campell Island dove lo aspettano tanti amici. Di amici Happy Feet ne ha trovati tanti sia sul web che in Nuova Zelanda a dimostrarlo le 1700 persone che vestite in bianco e nero come tanti pinguini sono andate a salutarlo alla partenza della nave.

Categorie: News dal Mondo